" Non smettete mai di protestare; non smettete , mai di dissentire, di porvi domande, di mettere in discussione l'autorità, i luoghi comuni, i dogmi. Non esiste la verità assoluta. Non smettete di pensare. Siate voci fuori dal coro. Siate il peso che inclina il piano. Un uomo che non dissente è un seme che non crescerà mai". Beltram Russell

domenica 19 agosto 2012

natura,cultura e lavoro


.....inscindibili "regole" senza cui il pianeta non sopravviverà



non sarà l'odore acre delle carni dei poveri cavalli arsi vivi a produrre lezzo insopportabile,
 piuttosto quello dei "guastatori" produttori volontari di "ruine". 

" Morte per forza e ferute dogliose
nel prossimo si danno, e nel suo avere
ruine,incendi e tollette dannose;
onde omicide e ciascun che mal fiere,
guastatori e predon, tutti tormenta
lo giron primo per diverse schiere"

La mia mente non sa inquadrare il meccanismo che spinge gli"Spirti"maledetti e puzzolenti a macchiarsi di delitti distruttivi contro la Natura e le sue Creature. Come per il "Poeta" mi garberebbe che la Giustizia Terrena si concretasse con la presa di coscienza nell'Animo Umano. 
Forse ciò è "volare" troppo alto.

p.s Un pensiero che non c'incastra niente con l'oggetto. Il Canto XI chiude così

"Ma seguimi oramai che 'l gir mi piace;
Ché i pesci guizzan su per l'orizzonta,
e 'l Carro tutto sovra 'l Coro giace,
e l'balzo via là oltra si dismonta".

Ogni qualvolta rientro a Cuorgnè da Carrara mi soffermo, la sera, a guardare il cielo. 
Trovo il Carro tale e quale a quello della notte precedente. 
Chi ha voglia di scavare trova in Dante molto di ciò di cui ha bisogno



22 commenti:

  1. La notizia, l'ultima del genere, l'ho sentita oggi al tg [grosso incendio nella pineta di Marina di Grosseto] e così ancor una volta l'uomo dimostra - ammesso che ce ne sia ancora bigogno - tutta la grandezza della sua stupidità e delle sue mire di illecito arricchimento.
    Povera italia, incapace di divenire più civile, ma capace di scendere quotidianamente le scale della sua distruzione.
    Quando si scacceranno i ladri dal tempio?
    Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e quella immagine riporta i fatti criminali avvenuti nel grossettano.

      Elimina
  2. Risposte
    1. Se per tempio intendi il vaticano ... sono in linea con te.

      Elimina
  3. Ciao Carla, tratti sempre argomenti importanti,
    bellissima la chiusa con un verso di Dante
    un abbraccione
    buon inizio settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Klara i Tramonti mi coinvolgono particolarmente.

      Elimina
  4. Carla, ben tornata! E grazie delle parole che mi hai lasciato e che ho apprezzato molto...
    Naturalmente ho riconosciuto subito il Porcellino, che poi è un cignalone di bronzo. Lì accanto operava un trippaio ( anni settanta...) da cui scendevo a papparmi un panino col lampredotto quando rimanevo in studio per pranzo. Stavo all'angolo di Piazza Strozzi! Diciamolo, ho avuto un grandissimo culo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima volta che andrò, spero a breve, mi darai una dritta del dove andare a mangiare senza incappare in cucina poco buona (il locale bello) e conto salatissimo!... in quanto all'avere "culo" a volte è solo merito!

      Elimina
  5. Bentornata, carissima!
    Il meccanismo che dici tu a me pare lampante: null'altro che il vecchio, viscido e sempiterno interesse...
    L'avevo riconosciuto anch'io il Porcellino di Firenze... protagonista, tra l'altro, di una delle più belle novelle (chiamarla fiaba sarebbe limitativo) di Andersen.
    Un bacione, a presto, tuo
    Cosimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flavio sono contentissima che tu abbia riaperto un blog! Bentornato. La foto non è un "caso" il cinghialotto ha attraversato e attraversa tutta la mia esistenza. Di Andersen ricordavo qualcosa, grazie a Te e alla targa commemorativa (recente 2005) di cui ignoravo l'esistenza farete si che il prossimo blog avrà come oggetto Il Cinghiale di Pietro Tacca.

      Elimina
  6. Succede, finché c'è chi non capisce il valore della vita, finché non la sente la vita, in sé stesso e in tutte le creature che lo circondano. Finché tutto sarà vissuto solo in funzione del proprio ego e nelle proprie meschine necessità... succederà.

    www.wolfghost.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un ego perverso, penso a chi commissiona piuttosto che a a chi appicca il fuoco.

      Elimina
  7. Dante resta inimitabile.
    Bentornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giio, una serata con Benigni INDIMENTICABILE.

      Elimina
  8. Bentornata Carla !
    Un abbraccio
    Estate rovente :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franca ad oggi sono 2 mesi e 20 giorni di patimenti da Caldo. Caldo anche al Giglio (notte) isola notoriamente temperata. Carrara la notte bene ... il giorno fuoco. Qui idem.... non ne posso più.

      Elimina
    2. Ma quando mai!? Due mesi e venti giorni significa dai primi di giugno... e io ai primi di giugno ricordo un freddo bestia e i termosifoni ancora accesi, quest'anno...
      Sarà un mesetto che fa veramente caldo, secondo me...
      Bacioni, tuo
      Cosimo

      Elimina
    3. Credimi che dai primi di giugno al Giglio faceva ben caldo, da lì sono passata a Carrara a metà luglio ..... idem .... da 5 giorni qui in Piemonte c.s. Questa sera pare abbia ceduto, resta tanta umidità.

      Elimina
  9. Bentornata Carletta ,il caldo mi sta proprio mettendo KO,spero passi presto anche perchè così i criminali che danno fuoco ai boschi la smetteranno! Ogni anno va a fuoco un pezzo d'Italia !
    Un caro abbraccio.
    liù

    RispondiElimina