" Non smettete mai di protestare; non smettete , mai di dissentire, di porvi domande, di mettere in discussione l'autorità, i luoghi comuni, i dogmi. Non esiste la verità assoluta. Non smettete di pensare. Siate voci fuori dal coro. Siate il peso che inclina il piano. Un uomo che non dissente è un seme che non crescerà mai". Beltram Russell

domenica 10 novembre 2013

autunno nella mia Terra

Poesia e Musica


altro testo
di
Guccini

(ce ne sono diverse... ma il mio sistema non le consente)



AUTUNNO

Un'oca che guazza nel fango,
un cane che abbaia a comando,
la pioggia che cade e non cade
le nebbie striscianti che svelano e velano strade...
Profilo degli alberi secchi,
spezzarsi scrosciante di stecchi,
sul monte, ogni tanto, gli spari
e cadono urlando di morte gli animali ignari...
L'autunno ti fa sonnolento,
la luce del giorno è un momento
che irrompe e veloce è svanita:
metafora lucida di quello che è la nostra vita...
L'autunno che sfuma i contorni
consuma in un giorno più giorni,
ti sembra sia un gioco indolente,
ma rapido brucia giornate che appaiono lente...

Odori di fumo e foschia,
fanghiglia di periferia,
distese di foglia marcita
che cade in silenzio lasciando per sempre la vita...
Rinchiudersi in casa a aspettare
qualcuno o qualcosa da fare,
qualcosa che mai si farà,
qualcuno che sai non esiste e che non suonerà...
Rinchiudersi in casa a contare
le ore che fai scivolare
pensando confuso al mistero
dei tanti "io sarò" diventati per dempre "io ero"...
Rinchiudersi in casa a guardare
un libro, una foto, un giornale
e ignorando quel rodere sordo
che cambia "io faccio" e lo fa diventare "io ricordo"...

La notte è di colpo calata,
c'è un'oscurità perforata
da un'auto che passa veloce
lasciando soltanto al silenzio la buia sua voce...
Rumore che appare e scompare,
immagine crepuscolare
del correre tuo senza scopo,
del tempo che gioca con te come il gatto col topo...
Le storie credute importanti
si sbriciolano in pochi istanti:
figure e impressioni passate
si fanno lontane e lontana così è la tua estate...
E vesti la notte incombente
lasciando vagare la mente
al niente temuto e aspettato
sapendo che questo è il tuo autunno...
che adesso è arrivato...

12 commenti:

  1. Quando passi, cara Carla, ci lasci sempre delle belle cose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie due volte! sopratutto ne trovo di Ottime!

      Elimina
  2. Ciao! Volevo sapere se la richesta di accesso da me è tua. Penso di si ma il dubbio mi viene perchè hai una mail diversa da quella che usi di solito, non riesci ad entrare perchè usi una mail diversa, diciamo che cambia il "portale" che usi.
    Se mi dai la conferma che sei tu ti mando l'invito anche con questa nuova mail.
    Ciaooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con quella in uso, giunta, non ci entrai. Ieri ho nuovamente richiesto la pass con l'indirizzo con cui mi sono iscritta al blog. Più tardi apro e PROVO a scrivere. Bacioni!

      Elimina
    2. Ti ho accettato la richiesta anche con l'altro indirizzo mail. Spero che tu riesca ad entrare.
      Ciaooo!

      Elimina
    3. Fatto! spero funzioni quanto ripasso.

      Elimina
  3. Bellissimo il tuo video e la musica!
    Sorvoliamo sulla malinconia della pur bella metafora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a cercare su youtube la canzone di Guccini, qui in rima, un capolavoro. Bacioni

      Elimina
  4. non conoscevo queste due canzoni, belle!! e poi amo l autunno!!

    ti ringrazio tanto per aver partecipato alla festa del mio compleanno.
    Per te:
    CLICCA QUI

    Ti comunico inoltre che per il candy hai il n.87

    RispondiElimina
  5. Non lo conoscevo neanche io. Un bel testo, quasi più bello letto che cantato. Comunque, Guccini è una delle certezze di questo mondo :D ! Inossidabile, con le sue immancabili camicie a quadri e probabilmente i pantaloni di velluto, a coste.
    E dopo l'inverno sarà primavera.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In musica, cerca su you tube il pezzo con foto (bianco e nero una foglia in colore), è stupenda.

      Elimina