" Non smettete mai di protestare; non smettete , mai di dissentire, di porvi domande, di mettere in discussione l'autorità, i luoghi comuni, i dogmi. Non esiste la verità assoluta. Non smettete di pensare. Siate voci fuori dal coro. Siate il peso che inclina il piano. Un uomo che non dissente è un seme che non crescerà mai". Beltram Russell

mercoledì 1 gennaio 2014

"irreverenza"

mezzanotte di capodanno







Allevata a schiaffare dalla finestra "il vecchio" sottoforma di cocci e cocchetti usurati e sbeccati (quelli che oggi si vanno a ricercare nei mercatini dell'usato), a me donna a cui i rituali fanno venire l'orticaria, quella roba là mi manca a partire dalla data in cui mi trasferii a Cuorgnè nel lontano 1977. Ho patito ... comunque qualche "cosetta" spicciola, non contundente, volava nell' aria frizzantina. Quando, dopo anni, capitò di trascorrere l' ultimo dell'anno a Carrara la "moda" era ormai archiviata, almeno nella mia strada. Rinunciare? MAI! Minestra (pastina e pasta secca) o riso, da prima, vibravano in aria per depositarsi, poi, sul selciato .... ci avrebbero pensato le auto a triturarli ed il mattino seguente i piccioli stanziali avrebbero goduto di una colazione coi fiocchi. Ieri sera l'arrivo dello scandaloso 2014, presto mi regalerà 70 natali (leggisi settanta) ho brindato nel vero senso letterario. Mezzanotte davanti alla finestra il bicchiere pieno in mano, dopo aver fatto cin-cin con il cristallo, non vista SCHIAFFO tutto il contenuto giù in giardino ... e qui viene il bello. A detta di molti che si trovarono di fronte ad un possibile incidente grave pare che abbiano rivissuto in un istante la vita passata, come una folgorazione. A me, ieri sera, è capitato così. Nel gesto di riversare lo spumante (dolce) ... ecco:

Tempo ti abbiamo sezionato i giorni e le notti, il caldo e il freddo, rendendoti colpevole della nostra "vecchiaia",  dei nostri gioie e dolori, non c'è l'ho con te! 
E manco mi ispiro ad un rozzo ligure qualunquista.


Va a fare in culo:

 a chi non ha amato e protetto i propri Figli, 

a chi violenta e maltratta le Bambine e i Bambini,

agli egoisti,

agli ipocriti,

a chi ha scelto, consapevolmente, di prevaricare il prossimo,

a chi non rispetta gli animali,

a chi non rispetta l'ambiente,

a chi non rispetta il proprio lavoro, qualunque esso sia,

a chi non rispetta il lavoro altrui e sfrutta i poveri cristi,

a chi è perbenista,

a chi dice che la politica è sporca,

a chi non legge, non studia ... ma si erige a maestro,

a chi vede solo la bellezza esteriore e lì si ferma,

ai tg ai giornali copia-incolla,

ai ristoranti dove obbligano gli schiavetti a versarti non solo il vino  ma anche l'acqua,

a chi non riconosce una Sorella e un Fratello in ogni Donna ed in ogni Uomo sofferente.



(tutto questo in un soffio di pensiero, ovviamente nella mia Lingua il Cararino. Scrivo in italiano, dopo, ma ogni mio pensiero o progetto mentale nasce nella mia Lingua Madre)






7 commenti:

  1. Laura, non funge il rispondi. Comunque il commento è per Te. Grazie! l'elenco sarebbe più lungo ... questi sono quelli spontanei, non è vangelo ed io non sono perfetta. Buon Anno

    RispondiElimina
  2. Metti la mano sinistra sulla spalla destra e la mano destra sulla spalla sinistra.
    Hai appena ricevuto un abbraccio a distanza. Buon 2014.

    RispondiElimina
  3. ... e soprattutto a chi non fa il minimo proposito di diventare migliore! Nemmeno io sono perfetta, e neanche granché, ma lo metto come primo proposito. Grazie per questo stimolo, e auguri a te! Da estendere ai tuoi cari.
    Lillo

    RispondiElimina
  4. Comunque, questo di gettare qualcosina in strada non l'ho mai fatto, non ci ho mai pensato; ho 365 giorni per prepararmi!

    RispondiElimina
  5. Troppe cose ci sarebbero da buttare di sotto, per questo non si fa più...
    Bella la tua folgorazione, e tanti tanti auguri !!!

    RispondiElimina
  6. E bene col finale liberatorio. Che ci proporrà il 2014? mi auguro non la sofferenza del 2013.
    Ciao

    RispondiElimina